top of page
FF463711-AD24-47AF-B8BA-762FCFE902E5_1_2

Animali

Fra gli animali riproduco spesso l’ippopotamo, che mi riporta ad uno stato infantile di esaltazione, con le sue forme morbide e paciose, il suo carattere indolente, la sua forza brutale e l’aggressività cieca, ma nascosta; animale singolare, che emette una sudorazione colorata nella realtà. Lo raffiguro nella sua volumetria essenziale, come l’immagine collettiva ce lo restituisce, goffo e con le sue sudorazioni colorate, che nella mia arte diventano macchie, punti, colature di colori forti e allegri, capaci di stimolare in chi osserva quella familiarità atavica con questo mastodonte. Così pure il camaleonte, con una struttura fisica spigolosa, la schiena incurvata come in un imminente agguato, con la sua incredibile capacità di mimetismo e gli occhi tondi rotanti: l’ho adottato fra le mie creature in ceramica e gli ho dato livree psichedeliche e simpatiche. Oppure la capretta girgintana: un ovino tipico della mia zona, oramai in pochi esemplari, che mostra un corpo affilato di capra, con un palco di corna ridondanti, ritorte, quasi eccessive per il suo modesto fisico. E poi, dalla realtà la fantasia lavora: un animale reale, che perde la sua verosimiglianza, per trasformarsi in un personaggio di fantasia, da street art, da grafica fumettistica, con una personalità spiccata, colori esuberanti ed espressioni ammiccanti.